Torniamo a mostra-re

DAL BLOG DI FUORIGENERE IL 4 MAGGIO 2020

IN STORIE - 19 IN COLLABORAZIONE CON ASS. DONNE TERREMUTATE 

E finalmente arriva il 5 marzo 2020! Sorrisi, abbracci, interventi diffusi sottolineano l’emozione collettiva di un meraviglioso gruppo di donne che destreggiandosi tra i numerosi impegni quotidiani sono riuscite a creare una storia collettiva sul vissuto di altrettante donne. Queste sono state fotografate, narrate ed ora mostra-te a questa folla curiosa che si aggira nel sotterraneo del Palazzetto dei Nobili soffermandosi su uno scatto o su una storia che colpisce in modo particolare, ma soprattutto confrontandosi sul come queste piccole tracce riescano a caratterizzare uno spaccato della nostra città, quello vissuto da donne che conosciamo o che in questi mesi abbiamo imparato a conoscere e che attraversano L’Aquila e i suoi territori limitrofi lasciando, appunto, “piccole ma significative tracce”.

Eh sì … ci sarebbe piaciuto coronare così un’esperienza partecipata guidata magistralmente per mesi da Claudia Pajewski lungo il percorso organizzato da TerreMutate e brindare alla realizzazione della mostra curata da Camilla Carè. E invece: inaugurazione spalmata, ingressi differiti, racconti spezzati, distanze mantenute …. già prima del decreto ufficiale, per quel senso di responsabilità che, successivamente, ancor prima dell’entrata in vigore del dpcm 8.3.2020, ci ha indotte a sospendere la mostra e a chiudere i battenti del Palazzetto. L’8 marzo abbiamo lasciato tutto così, convinte di una prossima riapertura: i cavalletti con la locandina, il quaderno delle dediche, le foto appese, ….. abbiamo spento le luci, abbiamo attivato l’allarme, abbiamo girato la chiave e abbiamo raggiunto le compagne alla Fontana Luminosa per una “manifestazione a distanza”.

Un forte senso di spaesamento ci ha soffocate, siamo riuscite a scambiarci solo poche parole. In ognuna di noi si stava stampando lo sguardo incredulo e triste dell’altra.

Un’esperienza interrotta bruscamente, è vero, che ci ha lasciate amareggiate e poi sole e isolate.

Ma l’allenamento ad opporre la nostra vitalità e operatività a contesti critici e divisivi ci ha sostenute.

Ancora oggi tutte le protagoniste di Come piccole tracce reggono saldamente insieme quel filo rosso che contraddistingue le nostre relazioni in Associazione e sul territorio, dipanandosi verso un orizzonte d’attesa che ci aspetta ancora INSIEME lì davanti a quel portone a girare di nuovo la chiave, a disattivare di nuovo l’allarme, ad accendere le luci per entrare in un labirinto coinvolgente ed emozionante.

terre mutate logo

Associazione Donne TerreMutate – via Angelo Colagrande, 2A - 2B, 67100 L'Aquila – laquiladonne@gmail.com